Il riscaldamento a pannelli radianti vantaggi e svantaggi

CategoriesCasa e arredamento

Uno dei metodi più antichi per riscaldare un ambiente è rappresentato dal riscaldamento a pannelli radianti a pavimento. Lo usavano perfino i romani che scaldavano il mezzanino inferiore con il fuoco per alzare la temperaura della parte superiore, lì dove vivevano le persone. Il concetto è sempre quello. Il calore tende a salire e se proviene dal basso si diffonde meglio ed è più efficiente.

Come si realizza un sistema di riscaldamento a pavimento

Coloro che stanno ristrutturando casa possono approfittarne perchè i “pannelli radianti” ovvero una serpentina di tubi in cui scorrerà l’acqua calda, viene posta sotto il pavimento. E’ poi ricoperta con un leggero massetto dove sopra poggia il pavimento. Ovviamente più lo spessore del massetto si riduce e maggiore sarà la conducibilità termica dell’ impianto.

Anche se non volete rompere il pavimento ci sono soluzioni che permettono in maniera agevole di stendere il sistema a pannelli radianti sopra quello preesistente.

Il riscaldamento a pavimento è alimentato da una caldaia a gas, oppure a biomassa o a pellet. Il massimo del risparmio sarebbe quello di utilizzare un sistema con collettore termico solare in modo di avere l’acqua calda in maniera gratuita grazie a sole. Se abbiamo a disposizione 5 o 6 metri quadri sul terrazzo o giardino, esposti al sole possiamo approfittarne.

Vantaggi e svantaggi

  • I sistemi di riscaldamento radiante elettrici montati all’interno di massetti in calcestruzzo possono trattenere il calore per un lungo periodo, anche dopo lo spegnimento.
  • Un modo discreto per riscaldare un pavimento. Con la giusta impostazione della temperatura, è difficile persino rilevare che il calore radiante è attivo.
  • Può aiutare a ridurre i costi complessivi di riscaldamento:basta portar l’acqua a temperatura di 35 gradi per averne 19 in casa. I caloriferi invece hanno bisogno di acqua a 70 gradi.

Contro:

  • Difficile da installare retroattivamente poiché il rivestimento del pavimento deve essere rimosso.
  • Più efficace nel riscaldare la superficie del pavimento “al tatto”, piuttosto che riscaldare l’intera stanza (anche se è possibile utilizzare il riscaldamento a pavimento radiante come fonte di calore primaria).
  • Se si utilizza il riscaldamento a panelli radianti elettrici la convenienza scende. In questo caso possiamo utilizzare un impianto a pannelli fotovolatici per abbattere il consumo.
  • I tubi rotti sono intrappolati tra le superfici del pavimento e sono difficili da riparare.
  • Ci mette parecchio tempo per far arrivare la temperatura desiderata in casa.
  • Se usiamo una caldaia a gas deve essere sempre accesa

Maggiori informazioni: http://www.assistenzacaldaieroma.org/

About the author