Come cambia il tuo pollame con la porta automatica

CategoriesServizi

Prendersi cura degli animali è uno degli hobby che da più soddisfazione: questo perché, diversamente dall’uomo, apprezzano e non dimenticano tutte le accortezze a l’amore che, chi se ne prende cura, dimostra nei loro confronti. Alcune volte però accadono spiacevoli eventi che sono al di sopra dell’allevatore o comunque del contadino che se ne occupa. Uno degli eventi peggiori che possono capitare a chi gestisce piccoli allevamenti o anche un paio di galline, è di trovarle senza vita la mattina, al momento di dare il mangime. A chi nel settore non è mai successo almeno una volta di trovarsi in una circostanza così spiacevole? Le cause sono svariate, e soprattutto non dipendono dall’allevatore che non può controllare gli animali che si aggirano attorno al proprio terreno.

La porta automatica protegge il tuo pollaio

In passato era molto difficile proteggere le proprie galline in quanto mancavano i metodi e le tecnologie adeguate. Fare i turni per vegliare sui polli ed evitare che i predatori si accingessero a divorare e uccidere le povere creature era uno dei modi adottati nell’antichità per salvaguardare il proprio pollaio. Al giorno d’oggi è possibile proteggere e monitorare i polli in modo più controllato grazie a una serie di misure come i sistemi di sicurezza per i pollai. Un esempio è la porta automatica per galline, anche chiamata chicken guard. Questo meccanismo può essere incorporato nelle casette per pollai oppure si può acquistare a parte. È una grande comodità poiché aiuta gli allevatori nella dura impresa di controllare le galline evitando che queste diventino il pasto di lupi, faine e volpi. Si tratta di uno strumento che si attiva tramite un pulsante di accensione e, oltre a questo, ne possiede anche altri due. Uno per alzare la porta e l’altro per chiuderla. In questo modo sarà facile prevenire intrusioni esterne.

Istruzioni che aiutano un migliore utilizzo del chicken guard

La porta automatica permette all’allevatore di passare nottate tranquille senza temere di svegliarsi il mattino e aver perso uno o più polli all’appello. Solitamente il metodo tradizionale include l’adozione di un cane per aiutare a controllare le galline le quali sono libere nel terreno. Ma questo non è sempre possibile, nelle situazioni in cui può mancare la materia prima, ovvero il segugio. In secondo luogo, può essere difficile anche controllare tutti i polli in base alla grandezza del terreno adibito al movimento degli animali. È dunque evidente la comodità della porta automatica perché è facile gestire le galline durante il giorno e la notte. La giornata tipo di un allevatore potrebbe essere: svegliarsi, preparare il mangime per il pollaio, aprire la safe guard e lasciare libere le galline per tutto il giorno. Arrivata la sera potrà definire un orario e portare tutti i polli dentro la casetta. Come ultima azione avremo la chiusura della porta automatica per lasciare riposare il contadino o l’allevatore. Quindi, si tratta due semplici accortezze pensate per dare inizio e chiudere la giornata. Ovviamente, se necessario la safe guard può essere utilizzata anche più volte durante lo stesso giorno in base agli impegni.

 

About the author