I principali trattamenti dell’acciaio inox

CategoriesScommesse

L’acciaio inossidabile è un materiale molto resistente. È usato in un’ampia varietà di industrie, da quella aerospaziale a quella alimentare e delle bevande.

L’acciaio inossidabile è un metallo popolare e versatile. Ha una serie di proprietà che lo rendono ottimo per l’uso in cucina, tra cui la durata, la resistenza ai graffi e la facilità di pulizia. Tuttavia, l’acciaio inossidabile può anche essere segnato o macchiato nel tempo. Esistono quindi una serie di trattamenti che possono essere implementati per migliorare la durata e la conservazione dell’acciaio.

La passivazione dell’acciaio

L’acciaio inossidabile è un tipo di lega che contiene ferro e cromo. Questa combinazione di metalli lo rende altamente resistente alla corrosione e alla ruggine. Tuttavia, è importante tenere a mente che le leghe sono chimicamente reattive per natura. Senza una protezione adeguata, il ferro può ancora corrodersi nel tempo. Ci sono tre tipi principali di “trattamenti” per l’acciaio inossidabile.

La passivazione è spesso indicata come il trattamento “naturale” per l’acciaio inossidabile. L’alto contenuto di cromo crea uno strato di ossido sul metallo che lo protegge da ulteriori corrosioni.

Questo strato protettivo aiuta a mantenere il colore originale dell’acciaio inossidabile e previene lo scolorimento.

La passivazione può avvenire naturalmente nel tempo o essere stimolata con una soluzione acida (spesso aceto) o applicando sale sulla superficie metallica. Per passivare l’acciaio inossidabile, è necessario applicare sufficiente olio di gomito o strofinare con l’agente di trattamento (aceto o sale).

Il decapaggio dell’acciaio

Il decapaggio dell’acciaio è usato per affinare l’acciaio inossidabile a tolleranze migliori di quelle ottenibili con la sola passivazione. L’acido rimuove qualsiasi strato di ossido che si è formato durante la lavorazione, così come lo sporco o i contaminanti incorporati sulla superficie del materiale. Alcuni processi di passivazione possono includere trattamenti di decapaggio, ma non tutti.

Questo viene fatto immergendo il metallo in una vasca contenente una soluzione acida a temperatura uniforme per rimuovere ogni traccia di impurità dalla sua superficie.

La passivazione dell’acciaio

La passivazione dell’acciaio inossidabile è una tecnica di rimozione dello strato superficiale del metallo per migliorarne le proprietà di resistenza alla corrosione. La passivazione può essere ottenuta applicando acido nitrico, acido ossalico o qualsiasi altra soluzione a base di acido sulla superficie del metallo. Lo strato superficiale viene convertito in un film passivo che ha un’eccellente resistenza alla corrosione. Ci sono due tipi di processo di passivazione: a caldo e a freddo. La passivazione a caldo è effettuata in una soluzione bollente, mentre la passivazione a freddo è effettuata a temperatura ambiente. La passivazione può essere effettuata su tutti i tipi di acciaio inossidabile come 304, 316, 316L e 347 ecc. La passivazione a freddo è un metodo facilmente disponibile e ampiamente utilizzato nel caso di materiali a basso contenuto di carbonio come gli acciai inossidabili 304, 316 e 347 ecc.