Quale procedimento utilizzare per tingere le scarpe

CategoriesAttualità

Tingere le scarpe è un procedimento estremamente semplice, molto di più di quanto non si pensi. A molti di noi sarà sicuramente capitato, nell’arco della propria vita, di voler tingere le proprie scarpe per dargli una nuova vita o, più semplicemente, per decorarle ed arricchirle esprimendo il nostro estro e la nostra fantasia. In questo articolo illustreremo non solo le varie procedure su come tingere le scarpe a seconda dei materiali ma, soprattutto, sfateremo il mito secondo cui tingere le scarpe è troppo difficile o impossibile da fare comodamente a casa senza alcun tipo di aiuto. Pronti? Iniziamo!

Tingere scarpe di camoscio: come procedere

A prescindere dal materiale caratterizzante il paio di scarpe da tingere è sempre necessario pulire approfonditamente e scrupolosamente tutta la superficie della scarpa; in questo modo vi assicurerete di eliminare eventuali irregolarità che potrebbero conferire alla tinta un aspetto poco uniforme e pasticciato. Oltre a garantirvi un risultato più preciso, la pulizia iniziale vi aiuterà anche a capire quali sono le zone da ricoprire ed in che modo spalmare il colore a seconda delle zone. Una volta pulite, potete finalmente selezionare la vostra vernice per scarpe prestando attenzione al materiale di riferimento, in questo caso il camoscio. Grazie ai prodotti venduti sul sito verniceperpelle.it, è possibile scorrere un campionario vastissimo di tinte specifiche per il trattamento di ogni tipo di materiale o superificie avendo l’ulteriore possibilità di selezionare tinte di colori diversi brillanti. Una volta selezionata, sarà possibile iniziare la stesura del colore in modo uniforme ed omogeneo. Alla prima passata però, il colore potrebbe risultare non troppo pieno e sbiadito: niente paura! Dopo aver atteso almeno 1 ora dalla prima stesura potrete ripetere il procedimento per ottenere tutta la pienezza e la brillantezza della tonalità scelta.

Tingere scarpe in pelle o ecopelle: quali gli accorgimenti da osservare

Per quanto riguarda le scarpe in pelle o in ecopelle, gli accorgimenti da osservare sono pressochè gli stessi. Tuttavia, quando si tratta di scarpe in pelle è bene ricordare che in questo caso qualsiasi tipo di residuo o rilievo presente prima dell’applicazione della tinta potrebbe rovinare o compromettere l’intero risultato. In questo caso infatti, la pulizia precedente dovrà essere effettuata in modo molto accurato, onde evitare che il colore prenda in modo disomogeneo e non uniforme. Una volta selezionata la tinta specifica per il trattamento di questo tipo di materiali, potete iniziare a tingere le vostre amate scarpe con la tonalità che più preferite. Per conferire alla pelle o all’ecopelle quella lucentezza caratteristica, è possibile applicare dello smalto trasparente come ultima passata anche al fine di aumentare la durata del colore scelto.