HOME

HOME

HOME

La Collezione Peggy Guggenheim è il museo più importante in Italia per l’arte europea ed americana della prima metà del ventesimo secolo. Ha sede a Venezia presso Palazzo Venier dei Leoni, sul Canal Grande, in quella che fu l’abitazione di Peggy Guggenheim.

Aperto nel 1951 dalla nipote di Solomon R Guggenheim, ricco industriale americano e collezionista d’arte, il museo ospita la collezione personale di arte del ventesimo secolo di Peggy Guggenheim, ma anche opere di altre collezioni e mostre temporanee.

La Collezione Peggy Guggenheim è di proprietà della Fondazione Solomon R Guggenheim che la gestisce insieme al Solomon R Guggenheim Museum di New York, al Guggenheim Museum Bilbao, al Deutsche Guggenheim Berlin, al Guggenheim-Hermitage Las Vegas.

Padiglione USA

Il Padiglione degli Stati Uniti alla Biennale di Venezia

Il padiglione degli Stati Uniti alla Biennale di Venezia è un edificio in stile palladiano costruito nel 1930 dai noti architetti William Adams Delano e Chester Holmes Aldrich.

All’interno dei Giardini di Castello, che ospitano i padiglioni dei singoli paesi nazionali rappresentati alla Biennale di Venezia, il padiglione degli Stati Uniti gode di una posizione alquanto centrale. La Biennale di Venezia, fondata nel 1895, è la più antica e famosa mostra internazionale d’arte contemporanea al mondo.

La Fondazione Guggenheim rilevò, nel 1986, dal Museum of Modern Art di New York il padiglione degli Stati Uniti. A partire dal 1985 la Collezione Peggy Guggenheim ha collaborato regolarmente con la United States Information Agency (USIA), il Dipartimento di stato americano e il Fund for Artists at International Festivals and Exhibitions alla realizzazione delle mostre che rappresentano gli Stati Uniti alla Biennale d’Arti Visive, mentre la Fondazione Solomon R Guggenheim ha seguito l’organizzazione delle medesime per la Biennale di Architettura.

Collezione

Collezione

Collezione

Introduzione
La Collezione Peggy Guggenheim è riconosciuta come il maggiore museo in Italia di arte europea ed americana della prima metà del Novecento.
Collezione Permanente
La Collezione Permanente presenta capolavori soprattutto del Cubismo, Futurismo, Pittura Metafisica, Astrattismo europeo, Surrealismo ed Espressionismo Astratto americano. Tra i maggiori artisti rappresentati si possono citare: Picasso (Il poeta, Sulla spiaggia), Braque, Duchamp (Giovane triste in treno), Léger, Brancusi (Maiastra, Uccello nello spazio), Severini, Balla, Delaunay, Kupka, Picabia (Pittura rarissima sulla terra), Mondrian, Kandinsky (Paesaggio con macchie rosse no 2), Arp, Miró (Donna seduta II), Giacometti (Donna che cammina), Klee (Giardino magico), Ernst, Magritte (L’impero della luce), Dalí, Pollock (La donna luna, Alchimia), Rothko, Calder, Moore e Marini.

Patsy R and Raymond D Nasher Sculpture Garden
Il Patsy R and Raymond D Nasher Sculpture Garden della Collezione Peggy Guggenheim presenta alcune opere della Raymond and Patsy Nasher Sculpture Collection, Dallas, Texas, oltre a sculture appartenenti alla collezione permanente del museo. Tra le opere attualmente in mostra vi sono sculture di Ernst, Giacometti, Arp, Richier, Merz, Moore, Duchamp-Villon, Minguzzi, Burton, Caro, Gilardi, and Takis.

Collezione Gianni Mattioli
Dal settembre 1997, in qualità di prestito a lungo termine, il museo espone inoltre ventisei dipinti della famosa Collezione Gianni Mattioli, inclusi alcuni leggendari capolavori del Futurismo italiano, quali Materia e Dinamismo di un ciclista di Boccioni, Manifestazione interventista di Carrà, Solidità della nebbia di Russolo, oltre ad opere di Balla, Severini (Ballerina blu), Sironi, Soffici, Rosai, Depero. La collezione comprende anche alcuni dipinti del primo Morandi e un ritratto di Modigliani.

Artisti

Introduzione
La Collezione Peggy Guggenheim è un luogo di raccolta di opere d’arte che testimoniano della creatività di circa 200 artisti.
Vengono qui offerte brevi biografie di oltre quaranta artisti. Nelle biografie sono indicati i nomi delle opere di ciascun artista e la collezione alla quale appartengono (sia essa la Collezione Peggy Guggenheim, la Collezione Gianni Mattioli o la Collezione Nasher).

La Collezione Peggy Guggenheim è particolarmente ricca di opere dei seguenti movimenti e periodi dell’avanguardia: Cubismo (Orfismo, Purismo), Futurismo, Astrattismo europeo (Kandinsky, De Stijl, Suprematismo, Costruttivismo), Surrealismo (Dadaismo e opere di Klee, di Chagall e dei Metafisici), lavori precursori dell’Espressionismo Astratto (nei quali spicca Jackson Pollock), scultura europea (Brancusi, Giacometti, Arp, Calder, Moore e molti altri) ed arte europea del dopoguerra (CoBrA, pittura e scultura britannica, Dubuffet, Vedova e molti altri). Sei artisti sono rappresentati con un numero relativamente numeroso di opere d’arte: Picasso, Ernst, Giacometti, Pollock, Tancredi e Pegeen Vail. La Collezione include anche una piccola raccolta di arte tribale dall’Africa e dall’Oceania. Ad arricchire la collezione vi sono le opere italiane della Collezione Gianni Mattioli (Futuristi, Modigliani, dipinti metafisici di Carrà, Sironi e Morandi) e i prestiti di opere di scultura europea e americana del ventesimo secolo provenienti dalla Collezione Nasher.

Intrapresæ Collezione Guggenheim

Intrapresæ Collezione Guggenheim

Intrapresæ Collezione Guggenheim

Il progetto
Intrapresae Collezione Guggenheim è un’associazione di imprese (vedi Gli associati) che nello stesso tempo sono partner, sponsor, consigliere e amiche del museo.
Il rapporto è un rapporto attivo, in cui le società ricevono una serie di vantaggi e opportunità che si concretizzano soprattutto in un importante apporto quantitativo e qualitativo alla comunicazione e all’immagine aziendale. Si tratta del primo esempio italiano di corporate membership in un museo italiano (il progetto è nato nel 1992).
La sponsorizzazione culturale è vista come strategia di comunicazione aziendale: le aziende di Intrapresae contribuiscono con una quota annuale a tutte le attività della Collezione Peggy Guggenheim, diventandone in qualche modo parte, e potendo così usufruire di numerosi vantaggi come la possibilità di vedere il loro nome inserito nel logo Intrapresae utilizzato in tutti i materiali di comunicazione del museo, la possibilità di utilizzare gli spazi del museo per le pubbliche relazioni aziendali, e molto altro ancora (vedi I benefits).
Inoltre vi è anche un benefit intangibile, che è il clima di collaborazione che si crea con il museo e tra le aziende stesse, con riunioni, viaggi, inviti, scambi di opinione, suggerimenti, collaborazioni per mostre, etc., (vedi News) diventando una sorta di club nel quale la Collezione Peggy Guggenheim crede molto.

INTRAPRESÆ COLLEZIONE GUGGENHEIM
Arclinea
Ares 2002
Barbero 1891
Bisazza
Corriere della Sera
Enel
Fitt
Gruppo 3M Italia
Hangar Design Group

Hausbrandt
Listone Giordano
Palladio Finanziaria
Rubelli
Salvatore Ferragamo
Swatch
VeniceChannel
Wella

Gli ex soci (dal 2000)

Aermec, Andersen, Automotive Products Italia, Banca Antonveneta, Booz Allen Hamilton, Damiani, Deloitte & Touche, Electrolux, Gretag Imaging Group, Gruppo Teseco, Imation, Leo Burnett, Lubiam 1911, Luciano Marcato, Nicoletti, Pitti Immagine, Sipleda, Unipol, Zucchi-Bassetti Group.

I benefits
Far parte di Intrapresae vuol dire anche beneficiare di una serie di benefits tangibili, oltre naturalmente ai principali, che sono legati al miglioramento qualitativo della immagine e della comunicazione aziendale, e della possibilità di confronto continuo con gli altri associati. Si può usufruire, cioè, di:

possibilità di utilizzare gli spazi della Collezione a Venezia gratuitamente, fino a 6 volte in un anno, e avere agevolazioni per l’utilizzo degli spazi degli altri musei Guggenheim, per l’organizzazione di serate particolari, ricevimenti, incontri aziendali, cocktail e simili;
inserimento del nominativo dell’azienda in tutte le forme di comunicazione delle attività della Collezione (cataloghi, striscioni, locandine, pubblicità, etc.), comprese le targhe presenti presso il museo, e delle attività di Intrapresae stessa, essendo presente il nome dell’azienda nel logo;
presenza del nominativo agli ingressi della Fondazione Solomon R. Guggenheim a New York e Las Vegas;
prelazione per la possibilità di essere coinvolti nelle attività e nei progetti culturali della fondazione;
possibilità di partecipare a riunioni e a importanti momenti decisionali del museo, come la Riunione del Comitato Consultivo;
biglietti per l’ingresso gratuito al museo, e altri biglietti per l’ingresso ai vari musei Guggenheim
tessere particolari per i dirigenti d’azienda, per visitare i musei Guggenheim e avere sconti particolari negli spazi commerciali, e altre tessere per altri importanti musei nel mondo;
possibilità di far entrare i propri dipendenti e i loro ospiti gratuitamente presso la Collezione a Venezia, e al museo Guggenheim di New York.

Internship Program Venezia 2006

Internship Program Venezia 2006

Internship Program Venezia 2006

Obiettivi
Il programma intende offrire a giovani provenienti da culture diverse l’opportunità di partecipare in prima persona alla gestione del museo e di entrare in contatto con l’ambiente culturale della città di Venezia, mettendo in pratica ed approfondendo le proprie conoscenze di museologia, ed entrando in contatto con un’importante collezione di arte moderna.

Programma
Lo svolgimento pratico del programma comprende la gestione delle gallerie durante l’orario di apertura al pubblico. Si tratta di attività quali la guardiani delle sale, l’assistenza al pubblico anche rispondendo ad eventuali domande, la gestione della biglietteria e degli spazi all’entrata del museo, come il guardaroba, la chiusura del museo a fine giornata, l’assistenza al personale negli uffici anche in occasione dell’allestimento delle mostre.
Durante la settimana si svolgono poi dibattiti e seminari dedicati alla storia dell’arte e a temi di museologia, con particolare attenzione alle opere della Collezione Peggy Guggenheim.
Durante il periodo di internship, gli studenti possono seguire un proprio programma di studio indipendente.
Vengono inoltre organizzate visite ad altri musei e mostre, a Venezia come in altre città.

Candidati
Studenti universitari provenienti da tutto il mondo (di cittadinanza non-italiana) che studiano arte, storia dell’arte o materie ad essa collegate. Si richiede una buona conoscenza della lingua inglese e dell’Italiano parlato. I candidati dovrebbero essere agli inizi della propria carriera lavorativa e non aver già raggiunto livelli di responsabilità in campo curatoriale e amministrativo così da poter trarre il maggior profitto dall’esperienza offerta.

Durata
Da un minimo di un mese a un massimo di tre mesi. Il programma comincia il primo giorno di ogni mese e termina l’ultimo giorno del mese.

Contributo
Gli studenti ricevono un contributo a seconda del periodo di permanenza:

per tre mesi: € 2250

per due mesi: € 1500

per un mese: € 750

Procedura di Iscrizione
I moduli per la domanda di partecipazione al programma sono disponibili su richiesta presso la Collezione Peggy Guggenheim di Venezia. La domanda in Italiano o Inglese (il curriculum vitae e la lettera d’intento possono essere scritte su fogli a parte), le due lettere di referenze (se le lettere sono scritte su fogli diversi dai moduli forniti dal museo, questi moduli devono comunque essere firmati da chi scrive la lettera di referenza), e se possibile anche l’elenco degli esami sostenuti e le votazioni conseguite, devono essere spediti (non si accettano fax) alla Collezione Peggy Guggenheim entro il 15 ottobre 2005 per coloro che fanno richiesta per i mesi di gennaio-aprile 2006, ed entro il 1 dicembre 2005 per coloro che richiedono di essere ammessi durante il periodo maggio-dicembre 2006.
Non si accettano domande di partecipazione pervenute senza le due lettere di referenza.

Museum Shop

Il Museum Shop della Collezione Peggy Guggenheim è stato aperto nell’estate del 1993.

La Collezione Peggy Guggenheim è il principale museo di arte del ventesimo secolo in Italia, e questo si riflette nei prodotti in vendita – non solo libri e cataloghi sull’ arte moderna del Ventesimo secolo, ma anche manifesti, magliette, cravatte e foulard, penne, giochi, magneti, mousepad e molti altri prodotti che condividono la vitalità del disegno e l’eccitazione dei colori e delle forme che sono i tratti distintivi dell’arte che il museo stesso espone: capolavori di Mirò, Picasso, de Chirico, Severini, Dalí, Pollock, Mondrian, Boccioni, Lèger, Kandinsky, Brancusi, Giacometti e molti altri.

A differenza dei negozi della maggior parte dei musei italiani, la Collezione Peggy Guggenheim segue le operazioni di vendita in prima persona, invece che tramite un franchising (per esempio con un editore).

In tal modo i ricavi sono utilizzati interamente per le necessità del museo e le sue esposizioni.

Il Museum Shop non ha solo questo scopo. Ha anche una funzione educativa: verso l’arte moderna e soprattutto nei confronti della fondatrice del museo: la stravagante ereditiera americana Peggy Guggehneim, la cui straordinaria carriera è raccontata nel libro autobiografico Out of This Century, Confession of an Art Addict (edito in inglese, tedesco e italiano), come pure in numerose biografie.

Due oggetti appartenuti a Peggy Guggenheim sono stati creati in esclusiva per la Collezione: occhiali da sole e scarpe riprendono quelli che Peggy indossava.

Per gli occhiali da sole ci si è ispirati all’eccentrica collezione di Peggy Guggenheim di occhiali, spesso pezzi unici (alcuni erano stati creati per lei dallo scultore inglese Edward Melcarth), e prodotti da Safilo Group, una delle più famose ditte produttrici d’occhiali a livello mondiale.

I sandali in pelle sono realizzati partendo da un modello disegnato da Peggy Guggenheim e sono disponibili in argento e oro.

Il negozio della Collezione Peggy Guggenheim segue gli stessi orari del Museo:

Tutti i giorni dalle 10:00 alle 18:00 chiuso il martedì ed il giorno di Natale.

Dal 1° aprile al 2 novembre, apertura serale il sabato, fino alle 22:00.

Sono accettate le maggiori carte di credito.

Il personale del negozio parla tedesco, spagnolo, francese, inglese e naturalmente italiano!

Gli articoli del Museum Shop possono essere spediti.