I posti più belli per fare rafting e canoa

CategoriesTurismo

Il Rafting e il Canottaggio sono due discipline emozionanti che permettono di fare attività sportiva e al contempo immergersi in paesaggi naturali mozzafiato.

Dalla canoa o da un gommone che scorre sull’acqua, si possono apprezzare le cose da un punto di vista diverso rispetto ad un percorso a piedi.

L’Italia è ricca di corsi d’acqua e splendidi ambienti adatti a praticare questo sport, il quale può essere apprezzato tanto dagli appassionati quanto dai neofiti.

Alla scoperta dei corsi d’acqua in Umbria

La Valnerina è una delle mete umbre più gettonate per il rafting: qui troviamo il fiume Nera con i suoi affluenti, tra i quali il Corno, che permette di praticare lo sport acquatico a diversi livelli grazie all’alternanza della velocità delle acqua e i paesaggi sia aperti che stretti per un percorso della durata di circa 3 ore.

Notevoli le gole di Biselli, navigando le quali si ha la possibilità di ammirare la cornice naturale ed eventualmente fermarsi su spiaggette all’interno di grotte.

L’Umbria si può davvero considerare il cuore verde della nazione, grazie alla diffusa presenza all’interno della regione di spazi naturali e torrenti, che la rendono meta privilegiata degli amanti degli sport outdoor.

Sia tra loro che tra i turisti sono rinomate le Cascate delle Marmore, le più alte d’Europa, dove naturalmente si possono praticare anche canottaggio e rafting in Umbria.

Sono sempre molto visitate non solo per lo spettacolo che offrono alla vista, ma anche per la vicinanza a Roma e la facilità con cui possono essere raggiunte.

La discesa avviene all’interno del Palco Fluviale del Nera ed è possibile regalarsi sia esperienze più soft che più emozionanti grazie alla presenza di svariate opzioni e pacchetti, adatti anche a tutta la famiglia.

Ormai il rafting è alla portata di tutti, ma i più avventurosi potranno praticarlo proprio sotto le cascate.

In generare tra le Cascate delle Marmore e il Parco Nazionale dei Monti Sibilini sono presenti diverse aree adatte a rafting e canoa, alternate a santuari, abbazie e altri luoghi che meritano una visita.

Sul sito https://www.umbriaraftingecanoa.it/ è disponibile un’ampia panoramica di tutte le attività dedicate al canottaggio e al rafting che si possono svolgere in completa sicurezza in mezzo a paesaggi incontaminati.

Gli altri posti dove praticare sport acquatici in Italia

Abbiamo voluto dare maggior spazio all’Umbria in quanto luogo di punta per praticare rafting e canottaggio, ma nella penisola esistono altri posti nei quali è possibile svolgerli.
Tra questi ricordiamo il Trentino Alto Adige, altra regione rinomata per la sua offerta naturale, dove la Val di Sole, incassata tra le montagne, si presta a bellissimi percorsi acquatici sul fiume Noce, adatti anche ai più esperti.

Scendendo a sud troviamo invece il fiume Lao in Calabria, situato nel Pollino, che offre numerose gole e un percorso molto esteso nel quale si fiancheggia un vero e proprio canyon, poiché mentre si è sull’imbarcazione si passa in mezzo a pareti rocciose e a volte a passaggi molto stretti.

Anche in tal caso sono presenti sia tratti in cui la navigabilità è alla portata di tutti, sia altri in cui è più difficile, e basta alzare lo sguardo per rimanere incantati dalla purezza della natura circostante.

Ovunque si scelga di andare per praticare queste discipline acquatiche, le emozioni saranno assicurate.

L’importante è affidarsi sempre a centri specializzati che seguano tutte le norme, specie se si ha la necessità di praticare rafting o canottaggio a livelli più leggeri, per potersi godere l’esperienza in assoluta sicurezza.